finalmente
tutto è di nuovo nel sole

la pelle è raggiante
nel sole

la nina socchiude beata i verdi occhietti
alieni

gioisce infine anche
l’ormai sozzo tappeto
della cucina

20140329_144827

[sottotitolato
a volte ritornano]

miei diletti lettori,
[ormai ex, ahimè, perché non scrivo più]

l’inaspettato entusiasmo di alcuni di voi, adorati pazienti leggenti,
per le mie scombinate parole addossate sullo schermo
mi ha [haivoi!] ringalluzzito!
e torno quindi a scrivervi, rinomatamente entusiasta di elaborare per voi qualche nuova prolissa combinazione abusiva di preziose parole!
non vi descriverò questi sonnolenti mesi colmi di lunghissimi transiti sul divano, fitti di sogni che si rincorrono fino a tardo mattino, di quanti i rinnovati estenuanti sbadigli piazzati in faccia alle entusiaste festaiole persone …
no.
vi parlerò invece del sole che al mattino, orma prestissimo, lascio sgusciare, volutamente, dalla semidischiusa old-fashioned tapparella
e, bramosa, gli concedo di infilzare in pieno il mio faccione, piantato sul cuscino!
si, il sole sorge sempre più presto, e i fiorellini si aprono in un ampio,
cromato, respiro!!
yeahh!
speriamo che si risveglino presto anche i sensi di questo sonnolente gigante-della-montagna che ha preso possesso del mio corpo in questa lunga stagione!!
wakey wakey!!” mi miagola infatti la nina, scocciata, allungandomi il baffo
[non so se vi ho mai raccontato del baffo…
riassumendo, per chi fosse interessato: è un giochino peloso nero, che emette, se scosso, un suono tipo uccellino sintetico strizzato, che fa letteralmente, se lanciato, impazzire il mio delizioso felino!
quando è proprio smaniosa ella si presenta infatti al nostro cospetto, miagolando, con questo pelosame nero in bocca, e sembra che abbia proprio un baffone siciliano …
da cui, appunto, il nome, il baffo
i  richiami amorosi all’insegna del baffo sono principalmente notturni, il che non è proprio prorpio gradevole, ma alla nina si perdonerebbe veramente tutto, quindi può ululare quanto vuole, deliziosa gattina!
… tanto qui non ci svegliano manco le cannonate!!]

quindi niente, volevo solo farvi presente che sono ancora qui,
in attesa del risveglio dei sensi e delle membra
[ormai cammino come sloth
incatenato nei sotterranei del ristorante dalla banda Fratelli
fratelli di nome e di fatto, in questo specifico caso …]
nel frattempo sniffo bucce di mandarino
e vi regalo un’impressione di me

20140309_161139

una tateina che un pò c’è
e un po’ non c’è

besos dalle desaparecidos tateina & ninetta

yaaaaaawn … sbadiglio!!

cari i miei lettori, configurandomi al meglio con i ritmi della natura e degli animali … sono caduta decisamente in letargo!
… l’inizio del 2014 mi ha inglobato in una soffice sfera di morbida sonnolenza dalla quale non vorrei mai uscire!
non dischiuderti! non schiuderti ora, trasparente eterea sfera del richiamo del sonno invernale!!
giaccio avanzando nella mia giornata, chiedendomi ripetutamente, in corso d’opera: “ma quando arriva l’ora del lettone?!”
le membra pesanti e trascinantesi fino al desiderato, atteso calare della palpebre che mi sorprende, rigorosamente, sul divano.
da qui il lento trascinarsi da una postazione orizzontale all’altra, carica di cuscinoni, coperta e peluchami vari, fino all’agognato lettone …
fino al (ancora più agognato) repentino “bussare” della nina, che, come di consueto, installa il suo bel musino tra il mio collo e il cuscino e, insieme, dormiamo
[il tatèino nel frattempo se la dorme o si dedica ai suoi giochini digitali, poiché inespugnabile è l’abbraccio sognifero delle -ine della casa …]

contenta di avervi rivisto,
auguro a tutti voi un sereno torpore
invernale.
waiting for the sun.

20140219_210147

e di nuovo mi sorprendo a piangere
guardando un film super idiota …
spiagnucolo sempre.
vedo sempre troppo senso nelle cose …
cerco intorno a me qualcosa di morbido.
chiamo la nina ma lei non viene…
per fortuna ho le mie calzette
dolci
e zuccherose

P1160692

[il tappeto è un po’ sporchino, sorry …
antitetanica forever!!]

eh no eh!

io sono a casina bella, …
ho lavorato, ho fatto la spesa, ho studiato un po’ … insomma ho fatto tutto
e giustamente inizio a sorseggiarmi una pils, esaltandomi nel mentre, improvvisando un karaoke con turbante …
“con turbante”, that means:
che mi ero così esaltata cantando e sbraitando davanti al computer (seguendo, rigorosamente in differita, lo scorrere delle parole sullo schermo), dando il meglio di me in un solipsistico e autistico karaoke internazionale …
[stordendo la povera nina, che altro non chiedeva se non di poter ronfare sulla sua, da me anticipatamente surriscaldata, cadrega]
imitando gorgheggianti voci nere, mi inanello il capo di un coloratissimo, caraibico turbante,
e canto e urlo e sbraito quasi a volere infrangere con una nota acuta e stonata
il povero schermo in front of me
e tu?!
e tu mi chiami e mi COMUNICHI che stai venendo a casa con i tuoi amici a giocare a carte?!
ANY RESPECT FOR MY FREE, REFRESHING AUTO-KARAOKE TIME ??!!
eh, no, non si fa così!!
ma poi, dico io…
ve ne venite qui, a casina bella, per giocare a carte?!
come gli anziani del bar?!
fortuna che io, tu e gli amici siamo una grande famiglia!!
fortuna che non si sconvolgono alla vista del mio con-turbante turbante, delle mie giallissime spadrillas, e del mio volto semi-diroccato dall’intenso canto!!

20140112_201143

le case non sono mura … sono braccia che accolgono … [dolenti o nolenti]
io amo la mia casina e tutti coloro che essa abitano
(giocatori di carte da bar inclusi!)

sottotitolato: 
ESPERIENZE CREATIVE

ciao a tutti, ritrovati amici lettori!
mi scuso per la reiterata assenza, mi siete davvero mancati!!
… ma oggi, parlando con un’amica di esperienze creative [da cui il necessario sottotitolo], di massicce riedificazioni del sé attraverso latenti, e da sempre ambite, possibilità … non ho potuto esimermi dal condividere le mie emozioni con voi.
mi auguro che possiate essere, al solito, complici confessori dei miei border pensieri …

la ragazza smaniava per raccontare, e faceva bene, dico io!!
sapete quando per tanto tempo dici “vorrei, vorrei, vorrei, … vorrei fare, vorrei fare, vorrei fare …”, e rimani però nella latenza (bensì piacevole, ma comunque, lavorativamente parlando, piuttosto “automatica” della tua quotidianità), … e poi invece  … SBANG!!
te ne esci col botto!
non più il “vorrei fare”, ma il “faccio”, il “sono lì lì per…”
e allora tu godi e dici “YYYYES !!
così ti voglio!”
VEDERE LE IDEE CREATIVE CONCRETIZZATE CI ESALTA, CI DONA UN RESPIRO NUOVO, PIU’ GONFIO E PIU’ PIENO!
… e la nostra mente comincia a viaggiare insieme alla sua, a fabulare, a creare narrazioni sui possibili fare, sugli eventi da inventare, sui nastri colorati ed i fili delle relazioni da annodare …
consumo un thè deteinato in un bar vegan chic ed è come se fossi un artista parigino che sorseggia assenzio, inventandosi un domani …
ringrazio quindi per il concessomi, rinnovato entusiasmo …
per la voglia di aggiungere parole, e pensieri, al mio modesto, ormai diroccato e decadente, blog …
RICOSTRUIAMO, dico io!!
il bello di un’epoca rasa al suolo (se un bello può esserci) è la possibilità di ricostruire, migliorando, dalle fondamenta …!
amici, è faticoso …
è faticoso, ma noi ne saremo capaci!!
CONTRO LE CASELLE ED I CASSETTI, SEMPLICEMENTE SIAMO … E FATICOSAMENTE MIGLIORIAMO!
[“oddio, si riparte con il delirio dei manifesti!,” direte voi …
“ragazzi, se non ci crediamo almeno noi… ” dico io]

premesso questo inno alla creatività e alla carica e allo “stare-tutta-la-vita-sulla-stessa-sedia-non-basta!”,
vorrei anticiparvi uno dei miei massimi pensieri filosofici
mi espongo molto, lo so, e di questo dovete scusarmi ….
vorrei solo anticiparvi qualcosa che riguarda la mia personale poetica
[dico io … se avete letto fino a qui … potete beccarvi anche questo … !
tra l’altro, la nina mi si è appena seduta sulle gambe … non posso quindi disilluderla, abbandonando la postazione scrittoria …
a proposito … è crescita, la nina, sapete?!
è sempre più adorabile e dormiamo ancora abbracciate, il suo muso incastonato nel mio collo, tutte le notti …
il pensare che un giorno invecchierà mi crea un vuoto in zona gastro, ma per ora preferisco non pensarci …]
il pensiero è dunque rappresentato da questa immagine, che ho rapidamente tracciato per il (mio amico) vinci, e per voi …
chi riesce a capirla è bravo …
[confido nella vostra capacità deduttiva ed investigatoria]

20140122_185825

vi rivelo solo che IL PUNTO SIAMO NOI,
noi, tesi tra opposte tensioni … siamo noi stessi ed il contrario di essi …
e mai arriviamo

la dolce nina cerca di apprendere la lezione … o è solo a caccia di profumato cibo tra i fornelli?!

vi saluto e vi bacio,
la tatèina

il nostro augurio per tutti voi, preziosi readers …

20131231_122107

un anno pieno di domande, di ricerche e indagini sul mondo,
di possibili infinite, palindrome risposte …

giardini segreti, chiavi nascoste e gattine trovate …
un anno da esseri del mondo,
in relazione con noi stessi, con gli altri e con la natura!!

buon anno a tutti!!

dalle -ine della casa
[i multipli di 7 portano bene, o changing, direbbe ficino … ]

indovinate cosa mi ha regalato quel genio del male della mia amichetta sev?!

20131224_013621

[ovviamente …
è un regalo per la piccola, spaccatutto, nina]
sev …
genio-del-male
genio-del-male
genio-del-male
genio-del-male
genio-del-male
genio-del-male
genio-del-male
genio-del-male
… !!

sfido chiunque di voi a batterla in genialità!!*

buone feste da tateiNINA!!

*notare la chicca: “for cats. no cat included!”

qualcuno di voi potrebbe anche pensare [non scrivendo (io) ormai da tempo]
che le idee balzane e le stordite tesi [neo-ficiniane] che abitano la mia mente
si siano ormai sedate…
E INVECE NO!!
lettori miei cari …
sono qui in attesa di avere del tempo per dedicarvi un po’ di tempo …
[se qualcuno, per le feste, mi regalasse un bell’orologio che si articoli sulle 36 ore giornaliere, invece che sulle solite 24, …
beh, gliene sarei veramente GRATA!!]
premesso che siete quindi ancora tutti “a-rischio-lettura”…

auguro a tutti voi infinite, ammiccanti lucine
tanti profumi e tanti sapori
buoni

P1160007

eccentriche vetrine
 … del centro
[povero, inflazionato, loris …!]

20131205_005249

il fatto che i gatti
siano così interessati all’acqua
[principale forma di energia, di trasmissività e di benessere immersivo]
dimostra la loro intelligenza

20131205_005948

la ricerca di iscriversi in una forma circolare,
essendone avvolti,
la loro indiscutibile UMANITA’

la necessità di ritorno allo stato di natura IMPERA.
riuniamoci in nome delle energie, delle individualità e del naturale diffondersi di noi stessi nel “resto delle cose” !!!
[passatemi l’enfasi, … speriamo che scrivere manifesti ideologici schizzati possa diventare “il lavoro del futuro”!]

un abbraccio, circolare, ai cari lettori