[sottotitolato
a volte ritornano]

miei diletti lettori,
[ormai ex, ahimè, perché non scrivo più]

l’inaspettato entusiasmo di alcuni di voi, adorati pazienti leggenti,
per le mie scombinate parole addossate sullo schermo
mi ha [haivoi!] ringalluzzito!
e torno quindi a scrivervi, rinomatamente entusiasta di elaborare per voi qualche nuova prolissa combinazione abusiva di preziose parole!
non vi descriverò questi sonnolenti mesi colmi di lunghissimi transiti sul divano, fitti di sogni che si rincorrono fino a tardo mattino, di quanti i rinnovati estenuanti sbadigli piazzati in faccia alle entusiaste festaiole persone …
no.
vi parlerò invece del sole che al mattino, orma prestissimo, lascio sgusciare, volutamente, dalla semidischiusa old-fashioned tapparella
e, bramosa, gli concedo di infilzare in pieno il mio faccione, piantato sul cuscino!
si, il sole sorge sempre più presto, e i fiorellini si aprono in un ampio,
cromato, respiro!!
yeahh!
speriamo che si risveglino presto anche i sensi di questo sonnolente gigante-della-montagna che ha preso possesso del mio corpo in questa lunga stagione!!
wakey wakey!!” mi miagola infatti la nina, scocciata, allungandomi il baffo
[non so se vi ho mai raccontato del baffo…
riassumendo, per chi fosse interessato: è un giochino peloso nero, che emette, se scosso, un suono tipo uccellino sintetico strizzato, che fa letteralmente, se lanciato, impazzire il mio delizioso felino!
quando è proprio smaniosa ella si presenta infatti al nostro cospetto, miagolando, con questo pelosame nero in bocca, e sembra che abbia proprio un baffone siciliano …
da cui, appunto, il nome, il baffo
i  richiami amorosi all’insegna del baffo sono principalmente notturni, il che non è proprio prorpio gradevole, ma alla nina si perdonerebbe veramente tutto, quindi può ululare quanto vuole, deliziosa gattina!
… tanto qui non ci svegliano manco le cannonate!!]

quindi niente, volevo solo farvi presente che sono ancora qui,
in attesa del risveglio dei sensi e delle membra
[ormai cammino come sloth
incatenato nei sotterranei del ristorante dalla banda Fratelli
fratelli di nome e di fatto, in questo specifico caso …]
nel frattempo sniffo bucce di mandarino
e vi regalo un’impressione di me

20140309_161139

una tateina che un pò c’è
e un po’ non c’è

besos dalle desaparecidos tateina & ninetta

Annunci