You are currently browsing the monthly archive for gennaio 2014.

e di nuovo mi sorprendo a piangere
guardando un film super idiota …
spiagnucolo sempre.
vedo sempre troppo senso nelle cose …
cerco intorno a me qualcosa di morbido.
chiamo la nina ma lei non viene…
per fortuna ho le mie calzette
dolci
e zuccherose

P1160692

[il tappeto è un po’ sporchino, sorry …
antitetanica forever!!]

eh no eh!

io sono a casina bella, …
ho lavorato, ho fatto la spesa, ho studiato un po’ … insomma ho fatto tutto
e giustamente inizio a sorseggiarmi una pils, esaltandomi nel mentre, improvvisando un karaoke con turbante …
“con turbante”, that means:
che mi ero così esaltata cantando e sbraitando davanti al computer (seguendo, rigorosamente in differita, lo scorrere delle parole sullo schermo), dando il meglio di me in un solipsistico e autistico karaoke internazionale …
[stordendo la povera nina, che altro non chiedeva se non di poter ronfare sulla sua, da me anticipatamente surriscaldata, cadrega]
imitando gorgheggianti voci nere, mi inanello il capo di un coloratissimo, caraibico turbante,
e canto e urlo e sbraito quasi a volere infrangere con una nota acuta e stonata
il povero schermo in front of me
e tu?!
e tu mi chiami e mi COMUNICHI che stai venendo a casa con i tuoi amici a giocare a carte?!
ANY RESPECT FOR MY FREE, REFRESHING AUTO-KARAOKE TIME ??!!
eh, no, non si fa così!!
ma poi, dico io…
ve ne venite qui, a casina bella, per giocare a carte?!
come gli anziani del bar?!
fortuna che io, tu e gli amici siamo una grande famiglia!!
fortuna che non si sconvolgono alla vista del mio con-turbante turbante, delle mie giallissime spadrillas, e del mio volto semi-diroccato dall’intenso canto!!

20140112_201143

le case non sono mura … sono braccia che accolgono … [dolenti o nolenti]
io amo la mia casina e tutti coloro che essa abitano
(giocatori di carte da bar inclusi!)

sottotitolato: 
ESPERIENZE CREATIVE

ciao a tutti, ritrovati amici lettori!
mi scuso per la reiterata assenza, mi siete davvero mancati!!
… ma oggi, parlando con un’amica di esperienze creative [da cui il necessario sottotitolo], di massicce riedificazioni del sé attraverso latenti, e da sempre ambite, possibilità … non ho potuto esimermi dal condividere le mie emozioni con voi.
mi auguro che possiate essere, al solito, complici confessori dei miei border pensieri …

la ragazza smaniava per raccontare, e faceva bene, dico io!!
sapete quando per tanto tempo dici “vorrei, vorrei, vorrei, … vorrei fare, vorrei fare, vorrei fare …”, e rimani però nella latenza (bensì piacevole, ma comunque, lavorativamente parlando, piuttosto “automatica” della tua quotidianità), … e poi invece  … SBANG!!
te ne esci col botto!
non più il “vorrei fare”, ma il “faccio”, il “sono lì lì per…”
e allora tu godi e dici “YYYYES !!
così ti voglio!”
VEDERE LE IDEE CREATIVE CONCRETIZZATE CI ESALTA, CI DONA UN RESPIRO NUOVO, PIU’ GONFIO E PIU’ PIENO!
… e la nostra mente comincia a viaggiare insieme alla sua, a fabulare, a creare narrazioni sui possibili fare, sugli eventi da inventare, sui nastri colorati ed i fili delle relazioni da annodare …
consumo un thè deteinato in un bar vegan chic ed è come se fossi un artista parigino che sorseggia assenzio, inventandosi un domani …
ringrazio quindi per il concessomi, rinnovato entusiasmo …
per la voglia di aggiungere parole, e pensieri, al mio modesto, ormai diroccato e decadente, blog …
RICOSTRUIAMO, dico io!!
il bello di un’epoca rasa al suolo (se un bello può esserci) è la possibilità di ricostruire, migliorando, dalle fondamenta …!
amici, è faticoso …
è faticoso, ma noi ne saremo capaci!!
CONTRO LE CASELLE ED I CASSETTI, SEMPLICEMENTE SIAMO … E FATICOSAMENTE MIGLIORIAMO!
[“oddio, si riparte con il delirio dei manifesti!,” direte voi …
“ragazzi, se non ci crediamo almeno noi… ” dico io]

premesso questo inno alla creatività e alla carica e allo “stare-tutta-la-vita-sulla-stessa-sedia-non-basta!”,
vorrei anticiparvi uno dei miei massimi pensieri filosofici
mi espongo molto, lo so, e di questo dovete scusarmi ….
vorrei solo anticiparvi qualcosa che riguarda la mia personale poetica
[dico io … se avete letto fino a qui … potete beccarvi anche questo … !
tra l’altro, la nina mi si è appena seduta sulle gambe … non posso quindi disilluderla, abbandonando la postazione scrittoria …
a proposito … è crescita, la nina, sapete?!
è sempre più adorabile e dormiamo ancora abbracciate, il suo muso incastonato nel mio collo, tutte le notti …
il pensare che un giorno invecchierà mi crea un vuoto in zona gastro, ma per ora preferisco non pensarci …]
il pensiero è dunque rappresentato da questa immagine, che ho rapidamente tracciato per il (mio amico) vinci, e per voi …
chi riesce a capirla è bravo …
[confido nella vostra capacità deduttiva ed investigatoria]

20140122_185825

vi rivelo solo che IL PUNTO SIAMO NOI,
noi, tesi tra opposte tensioni … siamo noi stessi ed il contrario di essi …
e mai arriviamo

la dolce nina cerca di apprendere la lezione … o è solo a caccia di profumato cibo tra i fornelli?!

vi saluto e vi bacio,
la tatèina