You are currently browsing the monthly archive for ottobre 2013.

come da quando c’è la piccola, educata, nina
… che così di tanto di scopa, mocio e straccetti vari, gioisce!

let’s clean all together
the filled house!

pensai,
ostinandomi ad innescare il luminoso dispositivo segnaletico
introducendomi, di mattina,
nella trafficata tangenziale …

è ovvio che vorrei immettermi …
lo sanno benissimo anche loro!

lasciatemi passareeeeee!!

20130920_213523

mi ripiglio dalla mia riflessione automobilistica e riconsidero intensamente l’incastro della mia schizofrenica giornata, … piena di cose da fare, di posti da visitare, di stratagemmi risolutivi da esogitare, di persone da incontrare e, soprattutto, di persone da (rigorosamente!) dribblare!!
mentre escogito, e telefono, e mi trucco e penso e scrivo [molti dei temi di cui leggete su queste pagine, sappiatelo!, vengono infatti frettolosamente appuntati su un buon vecchio taccuino a quadretti, incastonato tra trucchi, penne, cacciaviti e oggettivistica varia, situati nel cruscotto della mia costipata C1!!] , e-quasi-mi-schianto, … trovo il tempo di soffermarmi sullo splendido verde della bassa locale che, ahimè, sarà presto inesorabilmente sostituito da strati di evanescente, nebuloso grigio!
ripetutamente quasi gittato nel fosso dalla spinta aerea create dai numerosi tir, il mio sfrecciante macinino riesce a resistere, e mi consegna, indenne, al lavoro …
qui trovo il tempo di riflettere su pensieri massimi, nella mia mente insinuatesi dopo alcune riflessioni della sera prima …
qualcuno ci aveva infatti apostrofato, sostenendo come “troppo spesso nella scuola il contatto con il sapere sia di tipo tragico”, mentre dovrebbe invece essere di tipo “epico, dove la conoscenza può diventare un’avventura. Ciò che sappiamo diventa quindi ciò che potremmo scoprire, esplorare”. [cito a.il.c.]
tutto ciò ci piacque al punto che decidemmo di elogiare il nostro oratore, cotonando così dimòndi il suo ego …
questa idea dell’esperienza, e quindi della vita, e dell’apprendimento, come esperienza avventurosa, come modalità di conoscere noi stessi e gli altri attraverso l’esplorazione ci piace proprio molto, a me e alla nina …
peccato che, dopo i primi entusiasmi, TUTTO E TUTTI TI SI RIVOLTINO SEMPRE CONTRO !!…
tutti si permettono infatti di riciclarti come meglio credono, come più gli fa comodo, come fossi un enorme, nerissimo, pattume, che, senza aderire alla raccolta differenziata, sa tutto, in un sol colabrodo, fagocitare, tritare, ricomporre, e ricollocare in vetrina …
quello luminosa, scintillante vetrina, che a tanti tanto piace …!!
HATE!! FRUSTRATION!!

eh no eh …
che delusione, le persone!
e dire che quasi cominciavano a piacermi!
delusione, delusione infinita …
ma non crederete che io possa perdere la mia fiducia nella razza umana (che si accompagna a quella per gli animali, per la natura, per gli alieni, e per i materiali in toto!) per così poco?!
per una manciata di persone inadatte a condividere la mia piccola, evanescente, sfera fiorita?!
eh no!
vi farò ricredere! mi farò ricredere!
CHI TUTTO VUOLE, TUTTO PUO’!
tiè!!

mi scuso per la scombinata scrittura,
un grazie per la paziente lettura

transitando con la mia auto, canterina as usual, l’ho visto,
mentre percorreva a piedi il suo tracciato, camminadomi incontro, sul marciapiede, accarezzando con i passi la linea gialla dell’asfalto…

quasi una mano invisibile volesse fargli un improvviso scherzo,
il cappello a tesa vola giù, all’indietro …
egli improvvisa un disarticolato gesto per riacchiapparlo al volo … e riesce …
se lo ri-innesta sul cranio e riparte, un piede dopo l’altro, verso la preziosa destinazione di sempre …

cappelli che volano
preziosi soffi di vento improvvisi
ci fanno sorridere, alla guida
.

soffiate, soffiate, soffiate!!

ciao a tutti e ben trovati ..

i discorsi qui si fanno seri, perché si affrontano teorie prossime alle neuroscienze, nonché alla pedagogia più sfrenata ed inesplorata …

20130629_205257

in seguito ad aggiornamenti riguardanti la variabile internet (che da metà anni novanta si è rapidamente diffusa), sull’esplosione del touch e sulla necessità che, finalmente, LA DIREZIONE EDUCATIVA VADA NELLA DIREZIONE DI TENER DENTRO TUTTE QUESTE COSE …

mi chiedevo … vi sentite, voi, parte di una cittadinanza digitale e condivisa?!
ovvero, parliamo di media, e addirittura di piattaforme, … possiamo dire che questa “virtual dimension”, altrimenti detto lo-spazio-in-cui-ci-incontriamo (e dialoghiamo, e ci confrontiamo, in preziosi scambi), in realtà non esista?!
ne siamo consci?!
intrappolati tra più realtà, valutiamo che questo sia un dramma o una risorsa?!

20130629_205441

io e la nina crediamo che [si dia inizio al manifesto], ogni qualvolta l’essere vivente (umano o micio), si confronta su se stesso, accettando come proprie le proprie estensioni (d’altra parte, da se stesso create), … sia tutto di guadagnato …!!
guadagnato con onestà e consapevolezza di sé, si intende …
chi scrive è sempre stato, storicamente, pieno di ritrosia per il futuro e per i suoi nuovi ed intricati mezzi, nonché gonfio di smisurato senso di malinconia e di impossibilità-del-ritorno-del-passato, ma che dire …
ogni possibile estensione di sé è una possibilità aggiunta, quindi diciamo, sempre e comunque, GRAZIE!!
a questa proto-consapevolezza-ringraziamento giunti, …
vorremmo sottolineare come ogni strumento che permetta l’espressione del sé (in qualsiasi sua molteplice e contorta forma) e, soprattutto, la ricezione dell’altro da sé, è, in ogni epoca, luogo e destinazione, SALVIFICA!!
vorrei quindi ringraziare, da parte mia e di nina (che, dopo avere scalato un paio di alberi, si riposa sulle mie gambettone, mentre scrivo …), tutti voi, cittadini digitali e virtuali, per il vostro ascolto e comprensione, per le vostre estensioni che, così preziose, hanno saputo raggiungermi …

contro il determinismo genetico, affidiamoci ad una sana flessibilità (e alla voglia di scoperta del sé e dell’altro!!!!)
se il touch può contribuire al risorgere dell’esperienza estetica (termine in chiara contrapposizione con il termine “anestetico/anestesia), citando baumgarten … non diciamo ovviamente SI!!
se uscire dal mero visivo, dal quadro, dal lascito gutemberghiano può essere affidato alle nuove tecnologie … noi diciamo si!!
VIVA LA DELOCALIZZAZIONE E LA MOLTEPLICITA’ DEL SE’!!

UN MONDO PIU’ ODORI, PIU’ SUONI, PIU’ SAPORI, PIU’ MORBIDI-E-DURI, !!

20130629_205533

se le neuroscienze fossero in front of me, direi loro: “viva la plasticità neurale, e abbasso le esposizioni al rosso di poveri gattini indifesi!!”

[end of manifesto]

OGGI-MI-VESTO-DI-FIORI.

si, oggi mi sento bene e desidero, finalmente, potermi vestire di fiori,
… quei fiori che acquistammo a 25 cents in quell’assolato mercatino,…
si, proprio loro!

20131012_152746

porto quindi a spasso la nina (che, più che come un gatto, mi segue a passeggio come un cagnolino ….)
per rendere anche lei partecipe della mia improvvisa, e preziosa, joie de vivre.

20131019_114517
[sottotitolato: il verde è prezioso]

TENERE-ALTO-IL-MORALE-DELLA-CIURMA!!

Raggiunto l’obiettivo, sicuramente anche il tuo mood 
[scusate se insisto con marsilio …] farà passi da gigante.

… Ninetta aiuta!

IMG-20130924-WA0000

[insegnamento del giorno]

accumula, affastella, gonfia …
ogni tanto SFIATA!!
possibilmente, in compagnia di buoni amici!!

20130710_210227

ESSERE JOSEPHINE MARCH

20131001_000558

la beniamina,
la benvoluta,
e insieme la più irsuta, e allampanata di tutte!!
quella per cui le-cose-così-come-sono non sono mai abbastanza …
quella che trotta e scarrozza perché possano finalmente cambiare …
quella che si sposta e crea, che sogna e inventa trame,
maschiaccio dentro, indenne fuori!!
… quando poi si taglia i capelli mi fa impazzire …
cito: [..] “mentre tutti facevano queste esclamazioni e beth abbracciava teneramente la testolina tosata, jo assunse un’aria di indifferenza che però non ingannò nessuno, e disse, accarezzandosi LA ZAZZERETTA e mostrandosi contenta di ciò che fatto:-non muterò certo il destino della nazione; non addolorarti Beth. E’ un bene per la mia vanità, perché stavo diventando troppo orgogliosa della mia capigliatura, aver tolto tutto quel peso mi farà bene al cervello; ora mi sento la testa straordinariamente leggera e fresca e il parrucchiere mi ha detto che presto avrò dei riccioli che mi daranno un’aria da maschietto e saranno facili da tenere in ordine. Sono contenta, quindi prendi il denaro e andiamo a cena-“!!!!
CHE MITO INTERGENERAZIONALE!!
jo, we need you!!
for a more-jo world!!
“[…] ed era vero, perché, MENTRE RIDEVA E PARLAVA, JO AVEVA SISTEMATO OGNI COSA”!!

vi lascio con un rappresentativo:
“NON FISCHIARE JO; E’ COSA DA RAGAZZI!”
… ed io … che cerco di imparare a fischiettare come un usignuolo, come il mio vicino …!!

20131005_130634

MARY POPPINS!!

[non si guarda, ma … if you really need more … visit the portraits page!]

INVETTIVA

se avete qualcosa da dire, voi superuomini [o superdonne, l’intenzionalità non concerne il genere], fatemelo sapere!!
non nascondetevi dietro supponenti parole e saccenti sguardi,
issati sull’irta torretta della vostra più totale incomunicabilità!!
……
cattiverienondette
cattiverienondette
cattiverienondette
cattiverienondette
cattiverienondette
cattiverienondette
cattiverienondette

ma guardatevi voi,
e provate a giudicarvi, visti dal di fuori …
FATE SCHERMIRE!! [tiè!]

viva la comunicazione,
chi sa usarla
… e chi ha qualcosa da dire!!