mi rivolgo a tutti voi,
gentili e preziosi lettori di tateinalandia!

volevo ringraziarvi per l’adesione alle squinternate parole e semplicemente farvi riflettere sul fatto che … insomma … uno scrive come una pazzo, si ingegna per fare foto fighissime e pregne, si arrovella per esporre tutti i significati più reconditi e scovare i neologismi più ebefrenici dell’occasione e poi …
basta che uno scriva semplicemente “scrivo come penso … è fantastico!” [scusate, mi autocito, ma solo per spiegarvi il senso], che subito il feed back telematico si anima di simpaticissime faccine e laghetti sorridenti che dicono “me piaceee!”
mah! … per una logorroica, citazionistica e neologismifilofila come me questo potrebbe sembrare quasi una sconfitta … e invece no …!
perché questo significa che la sintesi vince! … le cose, come sono pensate, così vanno dette, …
è l’approdo finale che reclamiamo!!
NON NECESSITIAMO DI ESSERE PIU’ DI QUELLO CHE SIAMO, MA NECESSITIAMO DI ESSERLO IN FORMA PIENA, TOTALE, POLIEDRICA …
di esserlo NELLE FORME CHE SIAMO!
[oddio, sembra quasi un manifesto futurista!!]

BE SIMPLE!!
abbasso la burocrazia e l’incasellamento dogmatico!!
viva la gioia … e la responsabilità, di chi la ha, di portarne un po’ agli altri … di avvicinarli ad essa!!

avviso tutti i fedeli lettori, just to know, che, alla fine dello sproloquio di cui sopra, … forse little_felin_ninetta avrà una compagna di viaggio nella casa-dai-mille-tappini-volanti …
credo di doverglielo, almeno per quando la giornata di lavoro dei tateini si allungherà sulle ore del giorno …

vi ringrazio del reiterato ascolto!

Apro una pagina della libreria a caso e mi trovo scritto:
“Eppure non mi è ancora riuscito di stabilire se qualsiasi errore dei sensi o dell’intelletto meriti il nome di demenza.”

parole di erasmo (claro!), le dedico a max

Annunci